Presentazione

Sono un medico particolare. Spesso i pazienti mi dicono che ho un modo tutto mio di lavorare. Pensandoci, è proprio così perché applico un tipo di medicina conforme alla vita. Cosa significa?

Quando una persona si rivolge a me, lamentando un dolore o una problematica fisica, mi preoccupo di cercarne le ragioni. Così posso giustificare il sintomo e curarlo, senza l’impiego di farmaci tradizionali.

Quello che seguo è un approccio al dolore ben preciso, strutturato su 3 piani, che mira a individuarne le cause:

  • Fisiche,
  • Funzionali,
  • Emozionali.

Con le informazioni che raccolgo – ma anche grazie all’uso di ecografie muscolari, tecniche osteopatiche e kinesiologiche – sono in grado di formulare una diagnosi, identificando la giusta terapia da applicare.

Un lavoro che mi dà enormi soddisfazioni, sia dal punto di vista umano che professionale. Infatti ho sempre pensato che la parte più importante dell’essere medico stia nella relazione con il paziente.

Per questo preferisco lavorare sulla consapevolezza. Come dico sempre: “Non è il medico che ti guarisce, sei tu che guarisci”. Un processo di scambio, dunque, che si attiva per arrivare alla guarigione.

Sarà forse a causa del mio approccio particolare che mi hanno definito “il Medico dell’Anima”. Un’espressione a cui sono molto legato che mi ricorda perché scelsi di fare questo mestiere, spingendomi ad andare avanti.

 “Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi”.

M. Proust

Giampiero Valgimigli, nato a Faenza (RA) il 28/09/1966, è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Bologna. Esperto in Ecografia Muscolo-Tendinea, Posturologia e Ossigeno-Ozono Terapia.

La sua attività professionale nel corso degli anni si è ampliata grazie allo studio delle Medicine Bioterapiche, della Kinesiologia. Da circa 15 anni si occupa di Omotossicologia, Omeopatia, Omeosinergia e Terapie Integrate.

In questo settore della medicina è stato docente di diversi corsi di formazione. Inoltre ha partecipato, e partecipa tutt’ora, a lavori sperimentali scientifici presso associazioni e istituti privati.

Grazie al lavoro di ricerca – sia personale che professionale – ha elaborato un suo approccio diagnostico e terapeutico, dove la patologia viene curata in maniera naturale senza tralasciare l’individuo nella sua totalità (fisica, funzionale ed emozionale).

Una medicina della salute e non solo della malattia. Approccio utilizzato anche nell’ambito sportivo professionistico, con il raggiungimento di ottimi risultati da parte degli atleti trattati.

Vive a Forlì, dove lavora presso il suo studio medico.

 “Non puoi insegnare qualcosa ad un uomo, puoi solo aiutarlo a scoprirlo dentro di sé”.

Galileo Galilei

Grazie per avermi visitato